Itinerari sul Lago di Como: Pigra e Alpe di Colonno

Da Argegno si prende la funivia che ospita un massimo di 6 persone e si arriva con un tragitto quasi perpendicolare e con un panorama mozzafiato sul ramo del Lago di Como al piccolo borgo di Pigra.

Situato a 881 metri di altezza sul contrafforte del Monte Costone, Pigra appartiene ai comuni siti in Val d´Intelvi. Già borgo nel Basso Medioevo, il piccolo e grazioso comune accoglie il visitatore con le sue tipiche piccole case in pietra grigia di Moltrasio abbarbicate in salita accanto agli stretti vicoli lastricati.

Per raggiungere il sentiero accuratamente indicato, occorre salire attraverso il centro storico; ci si può fermare al lavatoio Panée d’Alp del 1886, luogo di ritrovo per le donne del paese che facevano lì il bucato. Numerose sono le fontanelle che si incrociano nel luogo, da cui poter rinfrescarsi lungo la salita. Piazza Fontana èil centro del borgo, dove si trova la statua di S. Rocco nella tipica iconografia: il mantellino da pellegrino, il cane che offre cibo, una zucca per l´acqua e la piaga sulla coscia simbolo delle lesioni della peste.

 

Percorso verso Alpe di Colonno e rientro

Arrivati  sopra il borgo, altezza 1250 metri, si prende il sentiero non carrabile indicato 1A  che fiancheggia il monte attraverso un tranquillo bosco di faggi. Dopo un primo ripido tratto si giunge alla “bocchetta di Pigra” (1323 metri); si continua a Nord sul panoramico sentiero “Via dei Monti Lariani”. Immersi nel bosco si è in compagnia del fruscio delle foglie secche al suolo mosse dai propri passi (in autunno) e dal mormorio dei numerosi ruscelli che scorrono briosi sul fianco del pendio. Si può scegliere di prendere il percorso panoramico 1C che sale fino al Pizzo Pasquella (1367 metri) da cui si ammira dall´alto il Lago di Como oppure si continua per l´ultimo tratto sulla strada carrabile che arriva al rifugio dell´Alpe di Colonno. Il tempo di percorrenza a piedi è di circa due ore.

Si può arrivare al rifugio anche in macchina sulla strada carrabile, ma non è facilmente percorribile soprattutto per la neve in inverno e inizio primavera. Dal parcheggio del rifugio parte il sentiero 1B che scende fino a Pigra. Si consiglia di non salire da questo sentiero perché molto ripido. La strada forestale lastricata con tondi ciotoli offre una magnificavista sul lago. Numerose sono le case rustiche situate ai lati del percorso, alcune di esse abitate da proprietari spiritosi e originali che le hanno decorate con statue di nani o elfi, peluche di orsi, presepi improbabili e altre simpatiche chincaglierie.

Dopo circa un´ora di discesa, si ritorna nel bosco di faggi e il sentiero torna a essere poco pendente; piacevoli sono le radure adeguate per una pausa pic-nic accanto al ruscello che scorre mormorante. Si ritorna a Pigra in un´altra ora. Meglio controllare l´ultima partenza della funicolare, il cui orario è stagionale, per non avere brutte sorprese.

 

Tra i graziosi crotti
Alpe di Colonno

Un pensiero su “Itinerari sul Lago di Como: Pigra e Alpe di Colonno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *